Servizi

1. Da dove arriva l’acqua del rubinetto delle case milanesi?

Dalla falda acquifera, cioè dal sottosuolo. L’acqua viene prelevata attraverso 587 pozzi di profondità variabile (tra i 30 e i 120 metri) e viene inviata alle centrali, dove è filtrata, trattata e resa potabile attraverso sistemi tecnologici molto avanzati. Da qui viene distribuita ai cittadini attraverso i 2295 km di tubazioni di rete idrica. Le centrali di potabilizzazione attive sono 28 e sono dislocate su tutto il territorio cittadino.

2. Quanto costa l’acqua a Milano?

0,60 euro al metro cubo, pari a 1000 litri di acqua: il costo più basso in Italia e tra i più convenienti in Europa. Nella tariffa sono compresi i costi di erogazione dell’acqua potabile, di raccolta delle acque reflue e della depurazione.

3. L’acqua del rubinetto è sicura?

Grazie al laboratorio di analisi dell’acquedotto e ai controlli dell’Asl, ogni anno vengono svolte 190.000 analisi chimiche e microbiologiche che assicurano e certificano la qualità dell’acqua di Milano.

4. Dove è possibile trovare le analisi dell’acqua del rubinetto?

MM pubblica trimestralmente sui suoi siti i risultati delle analisi dell’acqua. Gli stessi dati sono diffusi attraverso le bollette. Per avere informazioni aggiornate sulla qualità dell’acqua, puoi chiedere all’amministratore del tuo stabile di esporre la bolletta nello spazio destinato alla comunicazione con i condomini. Le analisi sono reperibili anche presso Asl città di Milano servizio SIAN di via Statuto.

5. Si può bere l’acqua quando ha odore di cloro?

L’acquedotto gestito da MM utilizza in minime quantità l’ipoclorito di sodio (comunemente detto cloro) come disinfettante allo scopo di garantire la perfetta igiene dell’acqua, dalla centrale di pompaggio fino al rubinetto. Solitamente l’odore di cloro non viene percepito ma, nel caso, basterà raccogliere l’acqua in una brocca e lasciarla decantare per qualche minuto.

6. Se, appena aperto il rubinetto, scende acqua torbida o con una colorazione rossastra, cosa significa?

 Probabilmente nello stabile sono stati fatti di recente dei lavori sulla rete interna di distribuzione oppure l’erogazione dell’acqua è stata interrotta e si è quindi formato un ristagno nei tubi. La stessa situazione può verificarsi quando il rubinetto resta chiuso per molto tempo (per le vacanze estive a causa degli ossidi di ferro rilasciati dalle pareti interne delle tubazioni di acciaio). Per eliminare questa colorazione basterà lasciar scorrere abbondantemente l’acqua, anche per una decina di minuti.

7. Capita che l’acqua contenga tracce di sabbia. Cosa si deve fare in questo caso?

La presenza di sabbia non indica un’alterazione della qualità dell’acqua. Questi residui derivano dal calcare che si forma per la normale precipitazione degli ioni di calcio e magnesio, soprattutto quando si riscalda l’acqua per gli usi domestici. Per ristabilire un flusso trasparente è sufficiente utilizzare e tenere sempre pulito il filtro frangi-getto e per ridurne la formazione, non scaldare eccessivamente l’acqua domestica negli scaldabagni.

8. Perché l’acqua a volte ha un colore biancastro e/o micro-bollicine?

La causa di questa opacità è l’elevata pressione dell’acqua determinata sia dagli impianti di pompaggio cittadini sia dalle autoclavi condominiali. Tale pressione è necessaria per poter servire anche i piani più alti delle abitazioni. Per avere l’acqua limpida è sufficiente aspettare pochi minuti dopo il prelievo per permettere alle micro-bollicine di evaporare naturalmente.

9. Come mai le “vedovelle” non hanno il rubinetto? Non è uno spreco di acqua?

La quantità d’acqua erogata dalle fontanelle è irrisoria in confronto alla portata d’acqua distribuita dall’acquedotto milanese, infatti a fronte di un flusso totale istantaneo medio erogato dall’acquedotto di circa 7.500 litri/secondo, la portata dell’insieme delle fontanelle è pari a soli 10 litri circa al secondo. Inoltre il flusso d’acqua continuo delle vedovelle non è utile solo per dissetarsi, ma svolge anche l’importante funzione di mantenere l’acqua sempre in movimento, preservandone la freschezza e la buona qualità in corrispondenza delle tubazioni terminali cieche, le cosiddette “teste morte”. In più, l’interruzione del flusso determinerebbe la  stagnazione dell’acqua e contribuirebbe alla formazione di flora batterica attorno alla bocca del “drago” da cui sgorga l’acqua. Bisogna ricordare inoltre che la portata in uscita dalle fontanelle non si disperde inutilmente ma, attraverso la fognatura, raggiunge i depuratori di Milano, e viene quindi  impiegata dai consorzi agricoli per l’irrigazione dei campi a sud della città.

10. È possibile visitare la nostra rete fognaria?

Per scoprire la Milano sotterranea basta compilare l’apposito form “Prenota una visita”. Le visite sono gratuite e disponibili sia per le scuole sia per i cittadini.

11. È possibile visitare una centrale dell’acquedotto?

Per visitare una centrale dell’acquedotto basta compilare l’apposito form “Prenota una visita”.  Le visite sono gratuite e disponibili sia per le scuole sia per i cittadini.

12. È consigliabile utilizzare depuratori condominiali?

La qualità dell’acqua è garantita da MM fino al contatore, poi la competenza passa al proprietario o all’amministratore di condominio. Non vige nessuna limitazione regolamentare all’installazione di depuratori domestici, direttamente al lavandino di casa, o all’ingresso del condominio. Nel caso si decida per l’utilizzo di questi apparecchi, si raccomanda di dimensionare gli apparecchi in base all’effettiva qualità dell’acqua fornita da MM e in funzione degli scopi che si vogliono conseguire. Si consiglia inoltre una corretta manutenzione, soprattutto per evitare il ristagno dell’acqua, spesso causa della formazione della flora batterica che può risultare addirittura nociva per la salute.

13. È possibile chiedere di installare una “vedovella” nei giardini sotto casa?

Un cittadino o un’associazione può farne richiesta al Consiglio di Zona, che inoltrerà la domanda agli Uffici Arredo Urbano – Parchi e Giardini del Comune di Milano, coinvolgendo la polizia locale e MM. Dopo opportuni accertamenti da parte della Polizia municipale sulla sicurezza del luogo di collocazione e da parte di MM dal punto di vista idrologico, la fontanella verrà installata. Il servizio è gratuito.

 

 

x
Informativa ex art. 13 Decreto Legislativo n. 196 del 30.06.2003 e s.m.i. – Codice in materia di protezione dati personali

In questa pagina sono descritte le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di un’informativa che è resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. n. 196/2003 del Codice in materia di protezione dei dati personali a coloro che interagiscono con i servizi web di Metropolitana Milanese Spa, accessibili per via telematica all’indirizzo www.milanoblu.it corrispondente alla pagina iniziale del sito ufficiale della società. La suddetta informativa è resa solo per il sito di MM Spa e non anche per gli altri siti web eventualmente consultati dall’utente tramite link. L’informativa si ispira anche alla Raccomandazione n. 2/2001 che le Autorità europee per la protezione dei dati personali, riunite nel Gruppo istituito dall’art. 29 della direttiva n. 95/46/CE, hanno adottato il 17 maggio 2001 per individuare alcuni requisiti minimi per la raccolta dei dati personali on-line e, in particolare, le modalità, i tempi e la natura delle informazioni che i titolari del trattamento devono fornire agli utenti quando questi si collegano a pagine web, indipendentemente dagli scopi del collegamento.
Finalità del trattamento dei dati personali e tutela della sfera privata

Con riferimento al trattamento dei dati degli utenti che consultano il sito o che richiedono servizi accessibili per via telematica dall’indirizzo www.milanoblu.com, Metropolitana Milanese Spa, ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 informa che: i dati forniti in modo volontario, inclusi gli indirizzi e-mail, attraverso i menu di questo sito (a titolo esemplificativo e non esaustivo: invio di un curriculum vitae o di una richiesta di informazioni) saranno trattati al solo scopo di fornire le informazioni e i servizi richiesti; i dati non saranno utilizzati per scopi diversi se non espressamente previsto e con il consenso espresso dell’interessato.
Tipi di dati trattati
Dati di navigazione

I sistemi informatici in generale, i protocolli di trasmissione internet e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di internet.
Si tratta di informazioni che non sono raccolte a scopo identificativo, o per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni e associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti.
I dati potrebbero essere utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del sito e per controllare il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l’elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati dalle Autorità competenti per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito.
Dati raccolti

In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio di computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste e altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente.
Modalità del trattamento

I dati personali saranno trattati con l’ausilio di strumenti informatizzati, elettronici o automatizzati oltre che con archiviazione manuale per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati forniti e, comunque, in conformità alle disposizioni normative vigenti in materia. I dati verranno protetti mediante l’adozione delle misure di sicurezza prescritte dal D.Lgs. n. 196/2003 e, in particolare, dall’allegato B (Disciplinare tecnico in materia di misure di sicurezza) al medesimo decreto legislativo, al fine di prevenire la perdita dei dati, di informazioni, gli usi illeciti o non corretti e accessi non autorizzati. I dati personali raccolti sono trattati dal Responsabile sotto indicato e dal personale di Metropolitana Milanese Spa incaricato che abbia necessità di averne conoscenza nell’espletamento delle proprie attività. Questi dati personali e/o informazioni possono essere diffusi e/o comunicati anche a terzi nel solo caso in cui ciò si rendesse necessario in funzione di quanto espressamente richiesto dagli utenti interessati per ottemperare a esigenze legate allo svolgimento dell’attività economica, per l’esecuzione di attività connesse e strumentali al trattamento stesso e alle Autorità competenti in assolvimento di obblighi di legge. L’esattezza e la veridicità dei dati personali comunicati a Metropolitana Milanese Spa ricade sotto la responsabilità di chi effettua la trasmissione. Qualsiasi materiale inviato a Metropolitana Milanese Spa sarà ritenuto di natura non confidenziale.
Dati forniti volontariamente dall’utente

L’invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati sul sito comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inseriti nella missiva. Specifiche informative di sintesi verranno progressivamente riportate o visualizzate nelle pagine del sito predisposte per particolari servizi a richiesta.
Facoltatività del conferimento dei dati

A parte quanto specificato per i dati di navigazione, il conferimento dei dati personali da parte dell’utente è facoltativo. L’eventuale rifiuto di conferire i dati può tuttavia comportare l’impossibilità da parte della Società a gestire il rapporto con il soggetto interessato.
Diritti degli interessati

I soggetti cui si riferiscono i dati personali possono, in ogni momento, esercitare i diritti di cui all’art. 7 del D.Lgs. n. 196/2003 e, in particolare, hanno il diritto di ottenere l’indicazione dell’origine dei dati (la conferma o meno dell’esistenza degli stessi), delle finalità del trattamento, di verificare l’esattezza dei dati e chiederne l’aggiornamento, la rettificazione o l’integrazione, secondo le modalità previste dalla legge. Ai sensi del medesimo articolo i soggetti interessati hanno diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi per motivi legittimi al loro trattamento. Le richieste ai sensi dell’art. 7 richiamato devono essere rivolte al Responsabile del trattamento.
Titolare e Responsabile e Luogo del trattamento dei dati

Il Titolare del trattamento dei dati personali è Metropolitana Milanese Spa, con sede legale in Milano, Via del Vecchio Politecnico n. 8, 20121, nella persona del legale rappresentante pro-tempore. Il trattamento dei dati connesso ai servizi web di questo sito avviene presso la predetta sede di Metropolitana Milanese Spa ed è curato solo da personale tecnico dell’ufficio incaricato al trattamento, oppure da eventuali incaricati di occasionali operazioni di manutenzione.
Legge e giurisdizione

L’applicazione delle condizioni di utilizzo è regolata dalla legge sostanziale e processuale italiana. Il Foro di Milano avrà giurisdizione e competenza per eventuali controversie comunque connesse ai presenti termini e condizioni.
Comunicazioni

Per ogni comunicazione inerente i termini e le condizioni d’uso e per segnalare ogni violazione del sito di Metropolitana Milanese Spa, l’utente può scrivere a:
info@metropolitanamilanese.it